La tutela della privacy in sanità. La legge sul consenso informato e sul testamento biologico (d.a.t.). Aspetti operativi, giuridici e deontologici

La tutela della privacy in sanità. La legge sul consenso informato e sul testamento biologico (d.a.t.). Aspetti operativi, giuridici e deontologici

2 ottobre 2019 dalle ore 09:00 alle ore 17:00 - Hotel Marriott – Via Washington, 66 Milano (MI)

   Crediti ECM preassegnati

Razionale

E’ diventato Legge il consenso informato e il testamento biologico. Sono stati affermati i principi dell’autodeterminazione, del diritto alla salute e dell’integrità personale. E’ stata disciplinata la pratica del consenso informato, le modalità di acquisizione, la forma e la revoca. Vengono disciplinate le disposizioni anticipate di trattamento con un dettagliato articolato normativo. Le disposizioni anticipate rappresentano le determinazioni in merito alle cure della persona malata, scritte anticipatamente, e che sono vincolanti per il personale sanitario e per le strutture. "Il testamento biologico-DAT nella nostra legislazione attiene alle decisioni di curarsi o non curarsi nel momento in cui la persona non è più in grado di decidere autonomamente. Le scelte di fine vita comprendono alternative che possono andare oltre la mera decisione di curarsi e non curarsi. Ci riferiamo, all’eutanasia e al suicidio assistito.  Le DAT (Dichiarazioni Anticipate di Trattamento) vengono espresse dalla persona assistita in previsione di una sua eventuale incapacità.  Si tratta di una situazione ipotetica che potrebbe non realizzarsi mai e che viene fatta da persone sane che non hanno quadri clinici particolari.  In tale contesto come si inserisce la figura dell’infermiere a latere del nuovo Codice Deontologico del 2019?"

 

Evento GRATUITO per tutti gli iscritti all’OPI Mi – Lo – MB

A breve verrà pubblicato il programma dettagliato.