Infermieri e cronicità: quale scenario nel nuovo contesto Socio - Sanitario?

Infermieri e cronicità: quale scenario nel nuovo contesto Socio - Sanitario?

4 Ottobre 2019 ore 13.30-17.30 - Milan Marriott Hotel - Via Giorgio Washington, 66, 20146 Milano MI

Crediti ECM preassegnati

Razionale

La gestione delle malattie croniche deve tenere conto di alcune peculiarità che le contraddistinguono e del loro trattamento. Queste malattie infatti non possono guarire, hanno pochi sintomi, hanno un’evoluzione incerta, possono provocare gravi complicanze e sono influenzate dallo stile di vita. Il loro trattamento spesso comporta una disciplina quotidiana, richiede del tempo ogni giorno, interferisce con la vita sociale, necessita di interventi multidisciplinari, richiede un’aderenza continua e quindi va pianificato e condiviso con il paziente. Il Ministero della Salute, nel “Piano Nazionale della Cronicità”, definisce Il mondo della cronicità come un’area in progressiva crescita, che comporta un notevole impegno di risorse, richiedendo continuità di assistenza per periodi di lunga durata e una forte integrazione dei servizi sanitari con quelli sociali.

L’elemento essenziale del successo della cura è legato al forte coinvolgimento e all’attivazione dei pazienti attraverso un approccio bio-psico-sociale centrato sulla persona che prevede, per funzionare, uno stretto rapporto tra team curante e paziente. E’ fondamentale identificare i bisogni del paziente, tenendo conto di tutte le diversità che può presentare (cultura, tradizioni, spiritualità/religione, il genere) e costruire su di essi la struttura di presa in carico, di formazione e accompagnamento, che porterà il paziente a muoversi in autonomia nel sistema di cure e ad essere legittimato ad assumere un ruolo attivo al suo interno. In linea con quanto previsto nel PNC, con la Legge Regionale 23/2015, Regione Lombardia propone un modello di presa in carico integrata del paziente fragile e cronico, da realizzarsi attraverso un approccio olistico di sistema finalizzato alla presa in carico complessiva del paziente lungo l’intero percorso preventivo, terapeutico, riabilitativo ed assistenziale. Il modello proposto da RL individua la figura del Case Manager Infermieristico quale “risorsa fondamentale” per favorire il complesso processo dell’engagement del paziente e dei suoi familiari e pertanto di un reale approccio proattivo e consapevole del paziente.

 

Evento GRATUITO per tutti gli iscritti all’OPI Mi – Lo – MB

A breve verrà pubblicato il programma dettagliato.